Privacy Policy

Tutti i bit sono uguali: alcuni sono più uguali degli altri?

Si annunciano grandi manovre di lobbying intorno alla ridefinizione delle regole sulla cosiddetta net neutrality. Lauthority americana delle telecomunicazioni sta infatti per emanare una bozza di nuova regolamentazione di internet che potrebbe cambiare in modo estremamente significativo il volto della Rete per come labbiamo conosciuto sino ad oggi.

1. La Federal Communications Commission (FCC), l’autorità indipendente che negli Stati Uniti sovrintende alle telecomunicazioni, a giorni emanerà la sua terza proposta di riforma dell’architettura normativa di internet. La FCC ha autorità solo sugli USA, ma vista la centralità di questo Stato per tutto ciò che ha a che fare con internet, ciò che verrà deciso a Washington avrà un impatto a cascata sul mondo intero.

Si tratta appunto del terzo tentativo da parte della FCC di intervenire in materia perché i primi due giri di regole erano stati contestati dalle industrie del settore, ed effettivamente dichiarati illegittimi in sede giudiziaria, l’ultima volta a gennaio 2014 dalla Corte d’Appello del District of Columbia.

L’oggetto del contendere è la cosiddetta net neutrality, ovvero il principio che ha caratterizzato internet dalla sua nascita sino ad oggi. In base a questo principio, i fornitori di servizi di accesso alla rete devono trattare tutti i bit allo stesso modo, processando le informazioni in modo imparziale, senza poter dare preferenza ai contenuti capaci di generare più reddito.

In base alla net neutrality, i video familiari delle vacanze devono avere accesso alla rete alla stessa velocità e alle stesse condizioni di un episodio di una seguitissima serie tv. Chi difende questo principio vuole che internet rimanga improntato a questa logica di ferrea democrazia digitale, mentre dall’altro lato della barricata si collocano gli operatori delle telecomunicazioni, che vorrebbero poter offrire un accesso preferenziale a chi è disposto a pagarlo, e così incrementare le proprie opportunità di business e di reddito.

Continua su http://www.centroeinaudi.it/agenda-liberale/articoli/3827-de-caria-marasco-30-aprile.html

Riccardo de Caria
rdc@riccardodecaria.com