Privacy Policy

#rassegnaagiconsul Per le società scisse, il fallimento deve essere valutato separatamente

La Corte di Cassazione, Sez. I, con sentenza 26043 del 20 novembre 2013 ha stabilito che, in caso di scissione societaria, in ossequio all’art. 2506 quater, terzo comma, c.c., lo stato di insolvenza della società scissa e della società beneficiaria va valutato in modo indipendente, con riferimento ai distinti elementi patrimoniali attivi e passivi e nei limiti di responsabilità inerenti le obbligazioni trasferite.

Raffaele Battaglini
battaglini@battaglinidesabato.com